Pagina:Biografie dei consiglieri comunali di Roma.djvu/321

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

biografie dei consiglieri provinciali di roma



TRITONI AVV. CAV. ACHILLE


Consigliere Provinciale





BBella è la lode quando le virtù di un cittadino esaltandone porge incuoramento a seguirsi, e siano pur grandi o modesto le doti della mente e le qualità dell’animo, dispieghi altissimo il volo del genio, o inalzi ad altezza brevissima la eletta intelligenza, è sempre degno della penna dello scrittore, che ne accoglie la memoria, quell’uomo che intende ad essere utile a sè stesso, alla famiglia, alla patria, e porta la pietra del suo ingegno all’edificio dell’umanità, al benessere del proprio paese, alla felicità comune.

Nè certamente havvi più caro tributo, remunerazione più diletta per l’uomo virtuoso, che l’essere raccomandato vivamento al gentile ricordo dei contemporanei e dei posteri, all’affettuoso pensiero de’ nepoti, e lasciare così sopra la terra un’orma onorata. — E mentre taluni, o per troppo umile sentire, o per povertà di coscienza, si fanno ad esclamare essere soltanto gli uomini, che sorgono a grande celebrità sopra il comune volgo degli uomini, di biografica memoria degni, vanno non solo errati, ma contro la luce dei nuovi tempi, contro il raggio divino della vera civiltà, del vero progresso, contro lo splendore del bello, dei buono, del grande, chè per fermo consegnare in una pagina d’onore un benemerito cittadino è opera utilissima per l’esempio, è premio il più desideroso per la virtù, è gloria modesta, che a più eccellentemente operare sospinge. — E se il presentare le opere egregie degli onesti uomini, so il dimostrare i pregi di coloro, che per le virtù dcll’ingegno, e per la coltura di ogni più eletta disciplina vennero in bella nominanza e in fortuna, è cosa che onora anche la penna del biografo, d’altra