Pagina:Boccaccio - Amorosa visione, Magheri, 1833.djvu/116

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
104 AMOROSA VISIONE

E quella quivi ancor facea dimoro,
     80Dicendo a lei Aconzio, che sua era,
     Ella negandol, parlavan fra loro:
Riguardando l’un l’altro, in tal maniera
     Cidippe a lui dicendo: se ingannata
     Fui da te, la mia voglia non v’era;
85Che s’io mi fossi della palla addata,
     Non l’avria mai rimirata nè letta,
     Anzi l’avrei tosto indietro gittata,
Onde mai non m’avrei a questo aspetta.