Pagina:Boccaccio - Amorosa visione, Magheri, 1833.djvu/188

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
176 AMOROSA VISIONE

Vaga più ch’altra si sedea con ella
     80Un’altra Fiorentina in atto onesto,
     Assai passante di bellezza quella.
Ben m’accors’io chi era, e che dal sesto
     Cesare nominato era il marito,
     Qual, chi ’l conosce, il pensa a lei molesto.
85Guardando adunque nel piacente sito
     Costoro, e altre che v’erano assai,
     Sentiva ben da me mai non sentito
In guisa tal, ch’io men maravigliai.