Pagina:Boccaccio - Amorosa visione, Magheri, 1833.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

17

CAPITOLO IV.




Dove l’autore dimostra in una sala una storia, dove vede dipinte le sette scienze, e assai filosofi.


Seguendomi la Donna, com’io lei
     Pria seguitava, co’ due giovinetti,
     A man sinistra volsi i passi miei.
Intra lor due avean noi due ristretti,
     5E con più spesso passo n’andavammo
     A riguardare i men cari diletti.
Andando in tal maniera, noi entrammo
     Per la gran porta insieme con costoro,
     Ed in una gran sala ci trovammo.
10Chiara era e bella e risplendente d’oro,
     D’azzurro di color tutta dipinta
     Maestrevolemente in suo lavoro.
Humana man non credo che sospinta
     Mai fosse a tanto ingegno, quanto in quella
     15Mostrava ogni figura lì distinta:
Eccetto se da Giotto, al qual la bella
     Natura, parte di sè somigliante
     Non occultò, nell’atto in che suggella.


AMOROSA VISIONE 2