Pagina:Boccaccio - Amorosa visione, Magheri, 1833.djvu/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

45

CAPITOLO XI.




Conta di que’ della Tavola ritonda, che seguitano la Fama del mondo, e delle gesta di Mongrana e altri.


Venia dopo costor gente gioconda
     Ne’ loro aspetti, tutti cavalieri
     Chiamati della Tavola ritonda.
Il re Artù quivi era de’ primieri,
     5A tutti armato avanti cavalcando,
     Ardito e fiero sopra un gran destrieri.
Seguialo appresso Bordo speronando,
     E con lui Prenzivalle e Galeotto
     A picciol passo insieme ragionando.
10E dietro ad essi venia Lancillotto
     Armato, e nello aspetto grazïoso,
     Con una lancia in man senza far motto:
Ferendo spesso il caval poderoso
     Per appressarsi alla Donna piacente,
     15Di cui toccar pareva disïoso.
O quanto adorna quivi ed eccellente
     Allato a lui Ginevra seguitava,
     In su un palafreno orrevolmente!