Pagina:Boccaccio - Decameron I.djvu/367

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

novella terza 363

come il suo ronzino stesso dove piú gli pareva ne la portava, si mise tanto infra la selva, che ella non poteva vedere il luogo donde in quella entrata era; per che, non altramenti che avesse fatto Pietro, tutto il dí, ora aspettando ed ora andando, e piagnendo e chiamando e della sua sciagura dolendosi, per lo salvatico luogo s’andò avvolgendo. Alla fine, veggendo che Pietro non venia, essendo giá vespro, s’abbatté ad un sentieruolo, per lo qual messasi, e seguitandolo il ronzino, poi che piú di due miglia fu cavalcata, di lontano si vide davanti una casetta, alla quale essa come piú tosto potè se n’andò: e quivi trovò un buono uomo attempato molto con una sua moglie che similmente era vecchia, li quali, quando la videro sola, dissero: — O figliuola, che vai tu a questa ora cosí sola faccendo per questa contrada? — La giovane piagnendo rispose che aveva la sua compagnia nella selva smarrita, e domandò come presso fosse Alagna; a cui il buono uomo rispose: — Figliuola mia, questa non è la via d’andare ad Alagna; egli ci ha delle miglia piú di dodici. — Disse allora la giovane: — E come ci sono abitanze presso da potere albergare? — A cui il buono uomo rispose: — Non ci sono in luogo niun sí presso, che tu di giorno vi potessi andare. — Disse la giovane allora: — Piacerebbevi egli, poi che altrove andar non posso, di qui ritenermi per l’amor di Dio stanotte? — Il buono uomo rispose: — Giovane, che tu con noi ti rimanga per questa sera n’è caro; ma tuttavia ti vogliam ricordare che per queste contrade e di dí e di notte e d’amici e di nemici vanno di male brigate assai, le quali molte volte ne fanno di gran dispiaceri e di gran danni; e se per isciagura, essendoci tu, ce ne venisse alcuno, e veggendoti bella e giovane come tu se’, e ti farebbono dispiacere e vergogna, e noi non te ne potremmo aiutare. Vogliamelo aver detto, acciò che tu poi, se questo avvenisse, non ti possi di noi ramaricare. — La giovane, veggendo che l’ora era tarda, ancora che le parole del vecchio la spaventassero, disse: — Se a Dio piacerá, egli ci guarderá e voi e me di questa noia, la quale, se pur m’avvenisse, è molto men male esser dagli uomini straziata che sbranata per li boschi dalle fiere. — E cosí