Pagina:Boccaccio - Il Filostrato di Giovanni Boccaccio nuovamente corretto su i testi a penna, 1831.djvu/270

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
258 IL FILOSTRATO


VIII.


Ma guarda che così alta imbasciata
     Non facci senza amor, che tu saresti
     Per avventura assai male accettata,
     Ed anche ben senza lui non sapresti.
     Se seco vai, sarai credo onorata:
     Or va’; ch’io prego Apollo che ti presti
     Tanto di grazia ch’ascoltata sii,
     E con lieta risposta a me t’invii.


FINE DEL FILOSTRATO