Pagina:Boccaccio - Il comento sopra la Commedia di Dante Alighieri di Giovanni Boccaccio nuovamente corretto sopra un testo a penna. Tomo I, 1831.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

xi
Pag.5v.30non riconducerenon in riconducere
6v.11ed è statae stata
iviv.16introduconointroduceano
iviv.17Mimmimimi
iviv.22ponghiamopognamo
iviv.25dalla mentedella mente
7v.12totalmentestoltamente
8v.8gli storiografi, e ancora vi apprese etc.gl’istoriografi, e ancora vi prese
9v.2sarà reputatosarò reputato
iviv.10Che costui ne desse volentieri l’effetto, nol nasconde esso a tutti coloro, che prender ne vorranno. Ha messo davanti questo suo singolare e caro tesoro etc.Che costui ne desse volentieri, l’effetto nol nasconde. Esso, a tutti coloro che prendere ne vorranno, ha messo davanti questo suo singulare e caro tesoro ec.
10v.7nominare tuttedi nominare tutte
10v.36e sen’è più d’unoe se n’è più ch’uno
13v.2e doverglia dovergli
18v.l5dove si trovò:dove si ritrovò:
19v.16mi trovai essendomi ritrovai, errando
20v.13grandissimagravissima
22v.1era pervenutaera perseverata
iviv.33e non sarebbe immollata le piantee non s’arebbe immollate le piante
26v.23temereda temere
iviv.25del leonedel venire del leone
28v.29alquanta umiditàalquanta d’umidità
29v.13apparito gli era, più tostoapparito gli era, era piuttosto
35v.21dove finserodove fingessero
36v.36dalle Città, quasi come corrompitoridelle città, quasi corrompitori
43v.ult.alcuna occasionealcuna cagione