Pagina:Boetie - Il contr'uno o Della servitù volontaria.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


IL CONTR’UNO




(1)

              „Pazzo fu sempre
De’ molti il regno. Un sol comandi, e quegli
Cui scettro e leggi affida il Dio, quei solo
Ne sia di tutti corretto: supremo,“


dice Ulisse arringando presso Omero. Se si fosse fermato al

        . . . . „Pazzo fu sempre
De’ molti il regno.“


sarebbero state parole sante; ma dove, a parlar sanamente, andava detto che la signorìa de’ più non può esser buona, se la signorìa d’un solo, come prima egli s’intitola padrone, è dura e contro ragione, gli è ito accomodarla a rovescio coll’

             „Un sol comandi, e quegli
Cui scettro e leggi affida il Dio, quei solo
Ne sia di tutti correttor supremo.“


  1. Omero Iliad. Lib. II, traduzione del Monti.