Pagina:Boselli - Discorsi di guerra, 1917.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



Profilo di Paolo Boselli


Emerson avrebbe classificato, senza alcun dubbio, Paolo Boselli, nella categoria degli uomini rappresentativi. Infatti, egli rappresenta, in grado eminente, nell’attuale momento storico, il popolo italiano, non solo perchè ne dirige il Governo, ma anche, e ben di più, perchè incarna, in se stesso, le qualità del nostro recente passato, le aspirazioni e le determinazioni nazionali, in quest’ora, sublime e decisiva, della nostra esistenza futura.

Ma, anche in un senso storicamente più esteso, Paolo Boselli, può qualificarsi un uomo rappresentativo della personalità italiana. Noi abbiamo sempre contemperato e fuso il culto dell’ideale col giudizio e coll’esperimento pratico della vita, la sollecitudine ardente del buono con la costante visione del vero. Perciò, la nostra rivoluzione s’è alimentata, fino nei suoi più remoti incunaboli, s’è svolta e compiuta, senza patiboli, senza rappresaglie, senza stendardi terribili o utopistici. E con la saviezza di prudenti e apparenti rinuncie e di necessarie dilazioni, oppure di affermazioni superbe,