Pagina:Boselli - Discorsi di guerra, 1917.djvu/206

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
186

che follemente s’illuderebbero se ci credessero divisi nei propositi sol perchè a volte si può dissentire circa i preferibili avvedimenti. (Approvazioni).

Col prolungarsi della guerra Fazione politica del Governo si svolge necessariamente adottando nuovi metodi e pigliando nuovi atteggiamenti.

Sopra ogni altra cosa, la produzione e l’acquisto di tutto ciò che si attiene alla guerra, e massimamente del materiale bellico, deve sempre più intensificarsi, e sempre meglio perfezionarsi, acquistando, nell’unificazione e nella rapidità, efficienza ognora crescente: e ne riceverà essa pure sempre più energico sviluppo la nuovissima e progrediente arma, l’aviazione. (Benissimo!).

Si informò a tale concetto tanto la istituzione del Ministero delle armi e munizioni, quanto l’unione, nel Ministero dei trasporti, di tutto ciò che concerne i trasporti marittimi, fattore essenziale del proseguimento della guerra e della stessa vita economica e civile, e la materia dei combustibili, senza i quali cesserebbe ogni attività combattente, lavoratrice e cittadina; quanto ancora la attribuzione degli approvigionamenti alimentari al Commissariato generale dei consumi, poiché parve che da quella degli acquisti non dovesse andar disgiunta l’opera della distribuzione; mentre il ministro dell’agricoltura non tralascia di dare opera a quell’intensificarsi delle colture agrarie, che già ebbero un promettente incremento; quanto, infine, la missione assegnata ad un altro ministro di curare con azione immediata e vigilante presso la grande Repubblica americana, nostra alleata, il seguito degli accordi valevoli a congiungere e ad affrettare la cooperazione di quel popolo al trionfo della causa comune.