Pagina:Boselli - Discorsi di guerra, 1917.djvu/254

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
234


tutto questo vedremo nella discussione concernente l’esercizio provvisorio.

Ma qui io mi arresto, e credo che la Camera consenta con me, che, con maggiore utilità, si discuterà nel dibattimento che avrà domani principio. (Approvazioni - Commenti all’estrema sinistra).

Peraltro l’On. Treves anche a nome del gruppo dei Socialisti ufficiali presentò il seguente ordine del giorno:

«La Camera passa a discutere la soluzione della crisi».

Il Presidente del Consiglio, On. Boselli, si oppose alla iscrizione nell’ordine del giorno della seduta successiva della proposta dell’On. Treves e pose sopra questa opposizione la questione di fiducia.

Dopo varie dichiarazioni di voto dei rappresentanti dei vari partiti, secondo le quali non era opportuno dare battaglia al Governo su una questione procedurale, l’ordine del giorno dell’On. Treves fu posto in votazione e si ebbero i risultati seguenti:

Presenti 
294
Astenuti 
15
Votanti 
279
Risposero sì 
51
Risposero no 
228

Terminata così la singolare seduta, il giorno seguente fu iniziata la discussione della domanda di esercizio provvisorio, che proseguì nei giorni 18, 19, 20, 22, 23 e 24. Durante questa seduta l’On. Treves, anche a nome di altri colleghi, svolse una proposta perchè fosse deliberata una inchiesta sulla stampa.

Il Presidente del Consiglio fece, a tale riguardo, la dichiarazione seguente:

BOSELLI, presidente del Consiglio dei ministri. Se piace alla Camera seguire la consuetudine di cortesia, io, per cortesia, non mi oppongo alla presa in considerazione di questa proposta d’inchiesta; ma circondo questa dichiarazione da riserve, le quali assumono ca-