Pagina:Boselli - Discorsi di guerra, 1917.djvu/54

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
34


nulla, o hanno voto deliberativo e eliminano o sconvolgono o attenuano la responsabilità ministeriale: Sarebbero dei ministri che non governano, avrebbero una azione nella pubblica cosa senza alcuna responsabilità. (Commenti).

E non è una oligarchia, onorevole Treves, quella che si è stabilita col Ministero nazionale, poiché maggiore oligarchia sarebbe quella di Commissioni le quali non avrebbero alcuna responsabilità, non si sa bene che cosa dovrebbero deliberare, e intanto non lascierebbero più intera l’opera del Governo.

Ecco il perchè le Commissioni, non so come dire, se di controllo o di vigilanza, non si sono accolte.

Io spero che la Camera consenta in questo concetto, che è molto meglio vi sia un maggior numero di uomini al Governo rappresentanti di tutti i partiti, ma con opera continua, con responsabilità propria, anziché esservi intorno al Governo degli enti con azione interrotta e senza responsabilità. (Approvazioni).

Oltre alla più larga partecipazione dei diversi partiti al Governo, questo si varrà della cooperazione di tutti coloro che nel Parlamento o nel paese hanno speciali competenze.

Il collega Agnelli ci parlava del volontariato civile. Noi l’invochiamo e molto ci gioverà. Non bastano le competenze, che non chiamerò burocratiche perchè è una parola pregiudicata, non bastano le competenze dei funzionari permanenti, occorre che l’opera del Governo si illumini e si ravvivi continuamente mercè la competenza speciale di coloro che operosi nella vita del paese sanno e veggono e praticano molte cose.