Pagina:Breve dissertazione contra gli errori de moderni increduli - Liguori.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Parte I. Cap. I. 19

che ’l Mondo non può essere eterno da sè.

Inoltre, se’l Mondo fosse ab æterno, ne nascerebbe che sarebb’egli insieme necessario, e contingente. Necessario da una parte, perch’essendo increato ed independente, dovrebbe necessariamente esistere: Contingente dall’altra (cioè possibile a non esistere, come in fatti egli è), perchè il Mondo certamente è composto di diverse e distintee parti, siccome lo vediamo: all’incontro queste parti son tutte contingenti per la ragione addotta di sopra, cioè perchè niuna cosa materiale prodotta ha potuto avere l’essere da sestessa, ma l’ha dovuto ricevere da un Primo Principio; se dunque tutte queste parti son contingenti, non possono elle componere un tutto necessario. Nè giova, per ischivare quest’assurdo, ricorrere alla serie infinita delle cause, perchè essendo queste tutte dipendenti l’una dall’altra, e perciò necessariamente contingenti, non può essere l’una principio dell’altra.