Pagina:Breve dissertazione contra gli errori de moderni increduli - Liguori.djvu/35

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Parte I. Cap. III. 31

CAP. III.


Dell’Esistenza di un Dio Indipendente, Prima Cagione di tutte le cose, ed Infinito in tutte le perfezioni.


LAsciando dunque da parte questo Vano Sistema di Spinoza, e l’altro già antecedentemente confutato della materia eterna ed increata; e posto per certo, come abbiamo provato di sovra, per 1. che un essere non può avere la sua esistenza dal nulla, perchè il nulla non può niente: Per 2. che niuna cosa può dar l’essere a sestessa, perchè esisterebbe prima d’essere, dandosi l’essere quando non ancora esiste: Per 3. che tutte le cose prodotte, ancorché si fingano infinite, non possono esistere senza una Prima Cagione producente, perch’essendo tutte dipendenti, per necessità hanno dovuto procedere da un Primo Principio indipendente. E vedendo