Pagina:Breve dissertazione contra gli errori de moderni increduli - Liguori.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Parte I. Cap. III. 33

to. Forse un certo panico timore del male che possa avvenirgli? Ma come l’Uomo può temere un Dio, ae prima non si forma l’idea di questo Dio? Chi mai potrebbe temere de’ fulmini, se non avesse di essi l’idea? Sicché l’idea di Dio precedè necessariamente il timore; E l’Uomo conobbe Dio, prima di temerlo,

Forse l’idea di Dio ci è stata impressa dall’Educazione, come scioccamente dicono alcuni? Ma quì va la stessa risposta, che l’Educazione non potè propagare l’idea di Dio, avanti che questa idea non vi fosse nel Mondo. Se poi dicessero, che questa idea fu ab æterno, ed ab æterno propagata coll’Educazione, bisognarebbe ch’essi prima provassero questo falso supposto, che gli Uomini fossero ab æterno. Oltrechè, se gli Uomini fossero stati ab æterno, come mai ab æterno poteano avere questa idea (falsa già, come dicono gl’Increduli) d’un Dio Creatore e Signore del tutto? Se poi dicessero,