Pagina:Breve trattato delle citta nobili del mondo, et di tutta Italia, 1574.djvu/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


[versione diplomatica]

L A  D I C H I A R A T I O N E

DE'  T E R M I N I

d'i t a l i a.


IT A L I A ſenza dubbio è in Europa, Regione di tutte l'altre celeberrima, la quale dicono, che fu nominata Italia da Boi, onde ancora Platone nel ſuo Libro Thimeo, chiama li Thori Italia, & dalla loro moltitudine bellezza, frutto nominò Italia, la quale è in forma di Croce fra il Mare Adriatico, & il Mare Toſcano, ò di ſopra, ò di ſotto; & comincia dal luogo da l'AIpi, dal Mōte Apennino ſino al Mōte Regino al lito d'Abruzzo ſi diſtende nel ſuo fine, ſi diuide in due parti in ſimilitudine di corni, de quali vno è verſo il Mare Ionio, e l'altro di Sicilia, e nella ſua eſtremità è vn Caſtello chiamato Religioſa, ſua lunghezza da cōfini di Apennino, poi ſi diſtende per il Territorio di Roma, da Capua fin'à quel Caſtello Regio, & come ſcriue Solino, la ſua lunghezza contiene cento venti migliaia di miglia, & la larghezza quarāta migliaia, & dieci per miglia, doue è la minor larghezza, cento trentaſei migliaia, & diceſi eſſere nel Territorio d'Arieti, hebbe già dalla parte del Mare il fiume Rubicone per confini, fu prima chiamata Heſperia da Heſperio fratello di Atha-


[versione critica]

L A  D I C H I A R A T I O N E

DE'  T E R M I N I

d'i t a l i a.


IT A L I A senza dubbio è in Europa, Regione di tutte l'altre celeberrima, la quale dicono, che fu nominata Italia da Boi, onde ancora Platone nel suo Libro Thimeo, chiama li Thori Italia, et dalla loro moltitudine bellezza, frutto nominò Italia, la quale è in forma di Croce fra il Mare Adriatico, et il Mare Toscano, ò di ſopra, ò di ſotto; et comincia dal luogo da l'AIpi, dal Monte Apennino ſino al Monte Regino al lito d'Abruzzo si distende nel suo fine, si divide in due parti in similitudine di corni, de quali uno è verso il Mare Ionio, e l'altro di Sicilia, e nella sua estremità è un Caſtello chiamato Religiosa, sua lunghezza da confini di Apennino, poi si distende per il Territorio di Roma, da Capua fin'à quel Castello Regio, et come scrive Solino, la sua lunghezza contiene cento venti migliaia di miglia, et la larghezza quaranta migliaia, et dieci per miglia, dove è la minor larghezza, cento trentasei migliaia, et dicesi essere nel Territorio d'Arieti, hebbe già dalla parte del Mare il fiume Rubicone per confini, fu prima chiamata Hesperia da Hesperio fratello di Atha-


lante