Pagina:Breve trattato delle citta nobili del mondo, et di tutta Italia, 1574.djvu/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


[versione diplomatica]


lante, dipoi Enethia dal buon vinò, che vi naſce, vltimamente Italia da Italo Re di Sicilia, che habitò, & dopo Lombardia fu chiamata da Longobardi, & contengonſi in Italia dugento, e ſeſſanta quattro Città ſegnalate, le quali ſi compartono ſotto Puglia, Abruzzo, Cāpagna, Calabria, Emilia, Friuli Inſubre, cioè Lombardia, Iſtria, Latio, Liguria, li Strittoni Popoli, Lotri popoli Etruria, cioè Patrimonio, Piceno, cioè Marca d'Ancona, Monferrato, Phaliſci, Etruſia, Sabini popoli, Terra di Lauoro, Volſci popoli, Toſcana, Vmbria, cioè Ducato di Spoleti, Venetia, cioè Marca Triuiſana.

Queſta è quella celeberrima Prouincia sacrata dagli Dii, oue è grande ſalubrità di luoghi, & temperamento di cieli, graſſezza di terra, & Luoghi, e colli, e paschi, e boschi, oue è tanta fertilità di frumenti, di viti, e d'vliue, e mōti coperti di beni celeſti, e come gli antichi dicono, grāde Battaglia di Bacco con Cerere, di quà eſcono li caualli d'Armeggiare, nobiliſsime Lane di Pecore, in queſta ſono le caue d'oro, e d'argento, con bagni ſalutiferi ad ogni infirmità, & di tutti li metalli, & d'ogni altro bene copioſa, & abondantiſsima di preſtanti, & ſingulariſsimi ingegni in tutte le facultà del Mondo.


[versione critica]


lante, dipoi Enethia dal buon vinò, che vi nasce, ultimamente Italia da Italo Re di Sicilia, che habitò, et dopo Lombardia fu chiamata da Longobardi, & contengonsi in Italia dugento, e sessanta quattro Città segnalate, le quali si compartono sotto Puglia, Abruzzo, Campagna, Calabria, Emilia, Friuli Insubre, cioè Lombardia, Istria, Latio, Liguria, li Strittoni Popoli, Lotri popoli Etruria, cioè Patrimonio, Piceno, cioè Marca d'Ancona, Monferrato, Phalisci, Etrusia, Sabini popoli, Terra di Lavoro, Volsci popoli, Toscana, Umbria, cioè Ducato di Spoleti, Venetia, cioè Marca Trivisana.

Questa è quella celeberrima Provincia sacrata dagli Dii, oue è grande salubrità di luoghi, et temperamento di cieli, grassezza di terra, et Luoghi, e colli, e paschi, e boschi, ove è tanta fertilità di frumenti, di viti, e d'ulive, e monti coperti di beni celesti, e come gli antichi dicono, grande Battaglia di Bacco con Cerere, di quà escono li cavalli d'Armeggiare, nobilissime Lane di Pecore, in questa sono le cave d'oro, e d'argento, con bagni salutiferi ad ogni infirmità, et di tutti li metalli, et d'ogni altro bene copiosa, et abondantissima di prestanti, et singularissimi ingegni in tutte le facultà del Mondo.