Pagina:Breve trattato delle citta nobili del mondo, et di tutta Italia, 1574.djvu/44

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


[versione diplomatica]


l'a q u i l a prima Città d'Abruzzo nobile ſi per ſe, come per origine ſua, diſcendendo ella da Amiterno chiariſsima città di Sabini, detti da Sabatio, ò Sabbo Sagno ſuo figlio, cioè Sacerdote, ò Santo, il quale eſſendo scacciato da Gioue Belo Re degli Aſsiri, venne in Italia, la cui prima habitatione fu la contrada Teſtruna preſſo Amitterno, come Dioniſio Alicarnaſeo, nel ſecondo dell'antichità vuole, & non ſolo da ſe ſteſſo nominò le Colonie, ma da Caſpi, & Battri ſua Patria, ſi come Siluio Italico in que' verſi dice.

        Cognome nominaſti li Sabini,
        Di Caſperula, & poco appreſſo dice,
        Indi deriua l'Amiternina ſquadra.
        Et Caſperulla detta da li Battri.

Fu dunque l'origine d'Amiterno da Sabatio saga detto Saturno, huomo di tanta giuſtitia, che ſotto il ſuo Dominio, neſſuno ſi ritrouò seruo. Ne tempi poi de Latini, queſta Città diede aiuto à Turno di fortiſsimi uomini, come Vergilio ſcriue poi ſotto il Conſolato di Spurio Caruilio oppoſtaſi alle forze del popolo Romano, fu dal ſopradetto Conſule preſa con morte di due mila, & ottocento perſone, & di quattro mila, & dugēto ſettanta prigioni, nondimeno dopo queſto ſi notabile vccidio, diedero aiuto à Lutio Scipione, inſieme con gli altri popoli de Sabini, vltimamēte com'è opinione di tutti gli più famoſi Scrit-


[versione critica]


l'a q u i l a prima Città d'Abruzzo nobile si per se, come per origine sua, discendendo ella da Amiterno chiarissima città di Sabini, detti da Sabatio, ò Sabbo Sagno suo figlio, cioè Sacerdote, ò Santo, il quale essendo scacciato da Giove Belo Re degli Assiri, venne in Italia, la cui prima habitatione fu la contrada Testruna presso Amitterno, come Dionisio Alicarnaseo, nel secondo dell'antichità vuole, et non solo da se stesso nominò le Colonie, ma da Caspi, et Battri sua Patria, si come Silvio Italico in que' versi dice.

        Cognome nominasti li Sabini,
        Di Casperula, et poco appresso dice,
        Indi deriva l'Amiternina squadra.
        Et Casperulla detta da li Battri.

Fu dunque l'origine d'Amiterno da Sabatio saga detto Saturno, huomo di tanta giustitia, che sotto il suo Dominio, nessuno si ritrovò servo. Ne tempi poi de Latini, questa Città diede aiuto à Turno di fortissimi uomini, come Vergilio scrive poi sotto il Consolato di Spurio Carvilio oppostasi alle forze del popolo Romano, fu dal sopradetto Consule presa con morte di due mila, et ottocento persone, et di quattro mila, et dugento settanta prigioni, nondimeno dopo questo si notabile uccidio, diedero aiuto à Lutio Scipione, insieme con gli altri popoli de Sabini, ultimamente com'è opinione di tutti gli più famosi Scrit-


to-