Pagina:Buoninsegni, Contro 'l lusso donnesco, 1644.djvu/28

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24 DEL LVSSO

del vaso nell’Ariosto; e finalmente la nostra Rafaella non mi lassan mentire. Questa, ch’è stata la Sibilla de gli amanti; i cui oracoli al pari di quelli della dea Themide, sono anco dalle donne stimati, ammaestrando un giorno la sua Margherita alle piacevolezze d’amore, non seppe con argomento più efficace invaghire il cuore di quella giovane che col persuaderle la vanità del vestire. Questa fù la prima lettione, con la quale quella saggia maestra addottrinò l’animo in