Pagina:Cabala del cavallo Pegaseo con l'aggiunta dell'Asino Cillenico.djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
14 epistola dedicatoria

di quel divin Sansone, che con l'asinina mascella tolse la vita a mille Filistei; perché dicono li santi interpreti, che ne la mascella de l'asina, cioè de li predicatori de la legge e ministri de la sinagoga, e ne la mascella del pulledro de gli asini, cioè de' predicatori de la nova legge e ministri de l'ecclesia militante, delevit eos, cioè scancellò, spense que' mille, quel numero compito, que' tutti; secondo ch'è scritto: Cascarono dal tuo lato mille, e da la tua destra dieci milia; ed è chiamato il luogo Ramath-lechi, cioè esaltazion de la mascella, da la quale per frutto di predicazione non solo è seguita la ruina de le avversarie ed odiose potestadi, ma anco la salute de' rigenerati: perché da la medesima mascella, cioè per virtù di medesima predicazione, son uscite e comparse quelle acque, che, promulgando la divina sapienza, diffondeno la grazia celeste, e fanno i suoi abbeverati capaci di vita eterna. Oh dunque forte, vittoriosa e trionfatrice mascella d'un asino morto; oh diva, graziosa e santa mascella d'un polledro defunto, or che deve essere de la santità, grazia e divinità, fortezza, vittoria e trionfo de l'asino tutto, intiero e vivente, asino, pullo e madre, se di quest'osso e sacrosanta reliquia la gloria ed esaltazion è tanta? E mi volto a voi, o dilettissimi ascoltatori, a voi, a voi mi rivolto, o amici lettori di mia scrittura ed ascoltatori di mia voce, e vi dico, e vi avvertisco, e vi esorto, e vi scongiuro, che ritorniate a voi medesimi. Datemi scampo dal vostro male, prendete partito del vostro bene, banditevi da la mortal magnificenza del core, ritiratevi a la povertà del spirito, siate umili di mente, abrenunziate a la ragione, estinguete quella focosa luce de l'intelletto, che vi accende, vi brugia e vi consuma, fuggite que' gradi di scienza, che per certo aggrandiscono i vostri dolori, abnegate ogni senso, fatevi cattivi a la santa fede, siate quella benedetta asina, riducetevi a quel glorioso pulledro, per i quali soli il redentor del