Pagina:Cabala del cavallo Pegaseo con l'aggiunta dell'Asino Cillenico.djvu/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
18 epistola dedicatoria

Non è conformità migliore, o simile, che nè ammene, guide e conduca a la salute eterna piú attamente, che far possa questa vera sapienza approvata da la divina voce: come per il contrario non è cosa, che ne faccia più efficacemente impiombar al centro ed al baratro tartareo, che le filosofiche e razionali contemplazioni, quali nascono da li sensi, crescono nella facultà discorsiva, e si maturano ne l’intelletto umano. Forzatevi, forzatevi dunque ad esser asini, o voi, che siete uomini! E voi, che siete già asini, studiate, procurate, adattatevi a proceder sempre da bene in meglio, a fin che perveniate a quel termine, a quella dignità, la quale non per scienze ed opre, quantunque grandi, ma per fede s’acquista; non per ignoranza e misfatti, quantunque enormi, ma per la incredulità, come dicono secondo l’apostolo, si perde. Se così vi disporrete, se tali sarete, e talmente vi governerete, vi trovarete scritti nel libro de la vita, impetrerete la grazia in questa militante, ed otterrete la gloria in que la trionfante ecclesia, ne la quale vive e regna Dio per tutti secoli de’ secoli. Così sia!


UN MOLTO PIO SONETTO

circa la significazione de l’Asina e Pulledro


«Ite al castello, ch’avete d’avanti,
   E trovarete l’asina col figlio.
   Quelli sciogliete, e dandoli di piglio,
   L’ammenarete a me, servi miei santi!
5S’alcun per impedir misterj tanti
   Contra di voi farà qualche bisbiglio,
   Risponderete lui con alto ciglio,
   Ch’il gran Signor li vuol far trionfanti.»