Pagina:Cagna - Un bel sogno, Barbini, Milano, 1871.djvu/13

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 7 —


essere vanità o capriccio, insegnatele a non assumersi la responsabilità di promesse inconsiderate che traggono spesso a fatali conseguenze — L’incostanza di Laura le sia d’esempio, la sventura di Ermanno la conforti a fare se è d’uopo sacrifizio delle tendenze arrischiate del suo cuore — Insegnatele o Signora, ad amare, non a fantasticare; ponete freno alle inquietudini della sua giovane fantasia, affinchè non tocchi a lei pure il rammarico di aver fatto un’infelice.

Colle attuali esigenze sociali, non è possibile conciliare certe tendenze del cuore cogli interessi di famiglia. Il mondo posa troppo ancora sui pregiudizi di casta, e la convenienza regna tuttavia sui destini umani perchè si possa toccare ad una libertà d’amore — L’uguaglianza dei cuori e ancor troppo plasmata sulle uguaglianze sociali perchè le aspirazioni generose possano conseguire la loro meta.

Un giorno, forse non lontano, si verrà alla soluzione di questo problema che ha già una radice presso tutti i popoli inciviliti — Quel giorno segnerà l’apogeo dello sviluppo umano, perchè allora soltanto avrà principio la gerarchia del