Pagina:Cagna - Un bel sogno, Barbini, Milano, 1871.djvu/228

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 222 —

preparava a seguirli, ella la prese ruvidamente per il braccio sclamando:

— No signorina..... voi non potete entrare; e la respinse con sdegno.

Laura cadde in ginocchio, si celò il volto fra le mani, e stette immobile finchè gli altri ritornarono. — Ella aveva pregato!

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·