Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/115

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Passeggiata in tram fino a domenica e ritorno

Insegno il tuo preludio o sinfonia Genovese. lordo tremante violino corda elettrizzata che porta grave di rombo la casa rotante in una linea nel cielo striato di fili mentre la mole bianca della città torreggia come un sogno moltiplicato.

miraggio di eccelsi palazzi regali e barbari coi loro elettrici diademi spenti. Corgo col tuo preludio che tremola si assoda riprende si afforza e libero sgorga su la piazza affollata davanti nel alla città sparpagliata: s'assesta nel molo curvo che accoglie le navi. e mentre scende il goffo m'appare pieno di ricchezze davanti dal golfo