Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Miti inscenati dal palpito rosso
Dei fanali sull'ombra illanguidita,
Nel vento di preludio alto dal mare
Ricchissimo accampato in mezzo a l'ombra

Io me n'andavo ne la sera ambigua
Vagando ad incerte venture
Cullato dagli occhi benevoli
De le Chimere nei cieli

Quando
Melodiosamente in alto sale
Ventoso sorse dal mare dal mare la Visione di Grazia
Ne la vicenda infaticabile
De le nuvole e de le stelle dentro del cielo serale