Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


da le sue nostalgie candide.

Anita dov'era? che sa l'irragiungibile di cui la mia ha sete, lei quelle nostalgie incantevoli che sfiorano l'anima con uno sfioramento silenzioso struggente che lasciano vuoti distrutti.



Avevo volto la schiena al corpo de l'ancella rantolante e spingevo la mia nostalgia liberamente nel passato.

Faust era giovine e bello aveva i capelli ricciuti. Allora le bolognesi somigliavano a medaglie sicuracusane e il taglio degli occhi era tanto perfetto che amavano sembrare immobili a contrastare armoniosamente coi lunghi riccioli bruni. Era facile incontrarle la sera per le vie cupe. la luna illuminava allora le strade.