Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L'invetriata

La sera fumosa d'estate
Dall'alta invetriata mesce chiarori nell'ombra
E mi lascia nel cuore un suggello ardente
Sopra un terrazzo sul fiume sta la Madonnina del ponte
La lampada è accesa e c'è
Nella stanza un odor di putredine, c'è
Nella stanza una piaga rossa languente.
Le stelle sono bottoni di madreperla
La sera si veste di velluto
E tremola la madreperla è fatua la
sera e tremola ma c'è
Nel cuore de la sera c'è
Sempre una piaga rossa languente