Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/85

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


tue rive bianche come le nubi: triangolari, curve come gonfie vele: paese fuggente mistico: notturno mistico incubo del caos

Mi rivolgo a la tellurica melodia de la Falterona a le onde tellutiche: vedo l'ultimo asterisco de la melodia de la Falterona che già s'inselva ne le nuvole. Traluce Lontana appare la linea vittoriosa degli abeti, la avanguardia dei giganti giovinetti serrati in battaglia felici nel sole