Pagina:Capuana - Giacinta.djvu/247

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 245 —


E tornò addietro, ondeggiando fiaccamente fra l’andare e il non andare:

— È già tardi... Pioviggina. Son tutto fradicio! Andrò domani. Mi scuserò!...

XV.

La mattina dopo, quando la signora Emilia, che non sapeva nulla, gli disse: — È morta la contessa Grippa: l’hanno trovata morta in camera, — Andrea ne fu atterrato, come se quella voce l’avesse accusato d’assassinio.

— È morta!

Piangeva con la testa fra le mani, i gomiti sul tavolino, guardando sbigottito il ritratto di lei.

— È morta!

Non poteva crederlo. Gli pareva impossibile!

E intanto sentiva penetrarsi da un occulto senso di sollievo.

FINE.