Pagina:Carli - Dell'anfiteatro di Verona, 1785.djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

23

fosse poi stata di sì breve occupazione da poter essere terminata al tempo, o anche prima della partenza degli altri legionarj? Noi sappiamo però di certo che per lo meno gli operaj della Tredicesima si fermarono in Italia; e ne lo conferma lo Storico, quando poco avanti l’incendio di Cremona ei rapporta, siccome quivi1 la plebe arrogante insultò con pungenti scherni i soldati Tredicesimi lasciati a costruire l’anfiteatro. La voce lasciati usata a questo luogo (relictos), e quella di anfiteatro non presentano l’idea d’un lavoro di pochi momenti.

Sola di tutte le legioni occupata ne’ grandiosi lavori di prodiga pompa, e di lusso, dovea avere tra’ suoi Veliti la Tredicesima vasto numero di costruttori e di artefici; per il che attissima a’ manuali lavori puossi ragionevolmente presumere, che alcune bande di essa abbiano pur anche assistito a’ frettolosi apprestamenti de’ circhi pe’ giuochi di Cecina e Valente. Sebbene poi questa, che si deduce, sicco-


B iiij

  1. Tertiadecimanos ad construendum amphitheatrum relictos, ut sunt procacia urbanæ plebis ingenia, petulantibus jurgiis illuserant. Tac. hist. lib. 3.