Pagina:Castani - Ragguaglio del numero de peregrini, 1576.djvu/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


orattcn deuano a Confeflarfi & Com muhicarlì fecon^ola deuotione di ciafcheduno, quali poi andauano come lor tornauameglio al redo del viaggio delle quattroChielc, queito dico quanto a Peregrini parBailarmente. Ma le Compagnie, che con noi erano allogiate per la maggior parte, anco Te accQmpagnauano a tutte le Chiefe& al le noftre aggregate per la ftrada di $. Paulo G daua anco vicino alla nollra Cappellai commorfirà di qualche rinfrefeamento. Neilafine di Settembre il Popolo R.omano( quale verfo quella opera è flato liberalissimo )hauendo intefoche molti poueri Sacerdoti non diceuano officio percharifliade Breuiarij nedonòcétoalla noftra Co pagaia, la quale ne fece Iigare per la maggior parte & con polize delli Cófeflori, fumo per mano d*vn Guar dianoie legati, & Sciolti charitatiuaméte donati, comeda quello efempio molti particulari donorno ofÉcioli della Madonna > Era ogni mattina in quelle procefsionì fino, a San Pietro,cofa bellifsima il fen tir quelli Peregrini d’ogni turione ( che feparati le accomodauano ) a cantar in lingua fua Letanie,& Salmi Italiani,Franzelì,Spagno li, Óngiri, Schùuoni, Suizzeri, Todcfchi, Armenij, Se fra Pitali ani, li tani diuerfi accenti che veramente. Alzando le manoal Cielo ogn’vnodiceua. Omni* fpiriuislaudet dominum. Alle donne,Percgrine,fi è dato habitatione Separa ra dal commercio delli homini, &da nobilissime ma tronc & da IlIuArifsime DuchefiTe & PrincipelTe filaoauanot piedi con il medelìmo Audio, & frequenza «he tra li homini fc vfaua, èi dopò cena erano guidate* SC