Pagina:Caterina da Siena - Epistole, 3.djvu/150

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
150

i5o modi e li tempi da fare i grandi fatti per lui; e però vi dissi, che voi fuste solliciti di crescere il santo desiderio, e non state contenti alle piccole cose, perocché elli le vuole grandi: e per tanto io vi dico, che’l papa mandò di qua uno suo vicario; ciò fue il padre spirituale di quella contessa che morì a Roma (C), ed è colui che renunzìò al vescovo per amore della virtù, e venne a me da parte dei padre santo, dicendo che io dovesse fare speciale orazione per lui e per la santa Chiesa; e per segno mi recò la santa indulgenzia. Gaudete dunque, ed esultate, perocché il padre santo ha cominciato ad esercitare l’occhio verso l’onore di Dio e della santa Chiesa. Costà verrà un giovine, che vi darà questa lettera: dateli di ciò, che elli vi dice, fede; imperocché elli ha uno santo desiderio d’andare al sepolcro; e però elli ne va ora al santo padre per lui, e per.alquante persone religiose e secolari.

III. Io ho scritta una lettera al padre santo (D), e mandandolo pregando che per amore di quello dolcissimo sangue elli ci dia licenzia (E), acciocché noi diamo li corpi nostri ad ogni tormento. Pregate quella somma eterna Verità, che se egli è il meglio, che ci faccia questa misericordia a noi ed a voi, sicché tutti di bella brigata diamo la vita per lui: son certa, che se sarà il meglio, elli ce la farà dare. Altro non dico.

Alessia vi si raccomanda cento migliaja di volte, con desiderio di ritrovarvi

di vedervi con quella ardentissima carità, e maravigliasi molto come voi non ci avete mai scritto. Dio ci conduca in quello luogo, dove noi ci vedremo a faccia a faccia con lo Dio nostro.


IV. Alessia negligente (F) si vorrebbe volentieri invollere in questa lettera per potere venire a voi. Monna Giovanna vi manda molte volle benedicendo, e pregavi che abbiate memoria di lei dinanzi da Dio. Jesù, Jesù, Jesù.

Io Catarina, serva inutile di Jesù Cristo, cento migliaja di volle vi conforto

benedico. Catarina: Marta vi sì raccomanda che pregate Dio per lei. Raccomandaleci a frate Tomaso cd al vostro priore ed a tutti gli altri.’ Jesù dolce, Jesù Amore.