Pagina:Caterina da Siena - Epistole, 3.djvu/187

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

187

i8; thtnotazione aliti Lettera 121.

(J) Questo Fra Guglielmo d Inghilterra la ano de’pih chiari lumi che abbiano illustrato il sacro eremo di Lecceto. Scrissegli la santa sei lettere, e di lui favella iu assai altre appellandolo or Baccelliere dal grado d’onore che tenea nelle scienze; or Guglielmo da Lecceto dal luogo di sna dimora, e talora pare Guglielmo d’ Inghilterra dal regno ov’ era nato. Della costui virtù ci lasciò illustre memoria ser Cristofano di Gano Gii dini statogli condiscepolo nella scuola di questa serafica maestra. Il Landucci registrò aver lui per ispirilo veduta l’apostasia dcH’Inghillerra dalla fede cattolica accaduta indi ad nn secolo e mezzo. Del resto è noto quanto egli s’adopcrasse a tener quella nazione al partito di Urbano, e quanta forza avessero le di Ini pratiche in quel fatto per l’altra stima in cui era, lo dichiararono gl. stessi Inglesi nel manifesto che pubblicarono a favore di Urbano, fondandosi, fra le altre ragioni, anche sulla provata virtù di questo religioso. Distese poi E ra Guglielmo una vita della santa a foggia di discorso, e mancato poco dopo la santa, lu pe suoi religiosi onorato col titolo dì beato.

100 W) H)W J