Pagina:Caterina da Siena - Epistole, 3.djvu/237

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

237

numento, perocché la gravezza della pietra, cioè la cólpa del peccato è sì grave clie io non la posso muovere; e subito allora confessarà e vedarà la nostra imperfezione e gravezza.- vedrete due angeli che nvofta ranno questa pietra, cioè 1’ adiutorio divino, il quale vi mandarà 1’ angelo del santo amore e timore di Dio, il quale amore non è solo, ma accompagna l’annua della carità del. prossimo, e l’angelo dell’odio che Dio manda per rivoltare questa pietra, ha seco la vera umilità e pazienzia; unde con vera speranza .e viva fede, non si parte dal sepolcro del cognoscimento di sè, ma con perseveranzia sta in fine a tanto che trova Ciisto resuscitato nell’anima sua per grazia, e poiché l’ha trovato, elli il va ad annunciare ai fratelli suoi, ed i suoi fratelli sono le vere, reali e dolci virtù con le quali vuole fare e fa mansione insieme con loro. Allora apparendo Cristo nell’anima per sentimento, si lassa toccare con umile e continua orazione.

Or questa è la via; altra via non ci è. So’certa se averete il lume della santissima fede, e che in verità cognosciate la verità per lo modo che detto è, voi terrete queste vie senza negligenzia e senza mettere intervallo di tempo, ma con sollecitudine pigliarle il punto del tempo che voi avete; per altro modo stareste sempre in tenebre, perocché seie dilongato dalla luce e stareste in tristizia, perchè il gaudio della grazia non sarebbe in voi, ma sareste membro tagliato dal corpo mistico della santa Chiesa, e però vi dissi, poiché altra via non ci era che.io desideravo di vedervi alluminalo dalla verità col lume della santissima fede,’la quale è la pupilla dell’occhio ddl’intelletto, con che si cognosce la verità: unde io vi prego per amore di Cristo crocifisso e per la salute vostra, che adempiate il desiderio mio. Altro non vi dico. Permanete nella santa e dolce dilezione di Dio. Se io vi fusse appresso saprei qual dimonio ha involata la mia pecorella, e quale é quello legame che la tiene legata,