Pagina:Caterina da Siena - Epistole, 3.djvu/278

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
278

Annotazioni alla Lettera tA3.

(A) Due lettere s’ hanno di sanla Caterina a* fratelli di questa compagnia, che fu detta con diversi nomi « della disciplina della Vergine Maria, della Madonna de1 disciplinanti, della Madonna della scala, della Madonna sotto lo spedale, ed anehe solo, come qui, della Vergine Maria ». L’origine di questa pia adunanza riportasi a que* primi Sanesi che partoriti furono alla fede cristiana dal.martire sant’Ansano. Imperciocché vogliono diversi autori, che que’ novelli fedeli non potendo puhblieamente adunarsi a* loro nfficj di pietà, senza condursi a gran rischio di perdere la vita ad esempio de’cristiani di Roma, che ne’luoghi sotterranei di quella città si teneano ascosi a celebrare i divini nfficj, essi pure in alcune caverne, che non erano molto di lungi dalla torre in eni era stato chiuso prigione il santo, e donde n’andò a morire per la fede, s ricogliessero a darvi lode al Signore circa I’ anno 3o3. Posala indi a poco, cioè I’ anno 312, la furiosa tempesta pel felice avvenimento all* imperio del gran Costantino (ond’è che la Chiesa sanese non potè dare quegli eseaipj di cristiana fortezza, di cui le altre chiese d’ Ital ia tanto s’onorano, essendo nata quasi insù lo spirare delle persecuzioni) non si rimasono que’divoti cristiani dal frequentare quel luogo, primo ricovero alla loro pietà ed ai loro primi fervori; avuto perciò sempre in venerazione speziale; e seguitando per li (empi che vennero poi a farvi delle divote adunanze, venne a formarsi questa compagnia, dandole regole e leggi tutte indirizzate all’acquisto delle virtù in grado eminente di perfezione!

uia che che siasi di questa sua origine è fuore d’ogni contesa, eh’ ella è antichissima, e che di più secoli precedè l’età di s. Bonaventura, cui suol darsi gloria d’essere stato delle congregazioni laicali l’institutore. libile il nome di Compagnia della Beata Vergine, perchè sotto il potente patrocinio di nostra donna, si posero que’ben avveduti fratelli, sperandone avanzamento favorevole all’ opera che impresa aveano; fattosi poi il sontuoso edificio dello spedale, rimasonoqnei luoghi sotterranei inchiusi entro quella gran fabbrica, onde la Compagnia fu detta «Iella Beata Vergine sotto lo spedale, che è de’più antichi d’Europa, non che d’Italia stimandosi, come è fama, fondato dal beato Sororc, vissuto nel nono secolo. Fu poi detto della Scala, o dall’ essersi trovati nei fondamenti trci scaglioni di bianchissimo marmo pe’ quali fu creduto si salisse all’antico tempio di Diana, o come pare accennalo negli antichi istromenti, dalle scale del tempio maggiore, dinanzi alle «piali giacersi quello spedale. Del resto

cerio che sotto alle volte di quel grandioso edifizio admiavansi i Iratelli di questa Compagnia.


Chiaitiossi finalmente della disciplina o de’disciplinati didi’ uso di tale strumento di penitenza già introdotto nelle tlivote adunanze. Cougrcgnvansi i fratelli innanzi I* alba de’ dì festivi u