Pagina:Caterina da Siena - Epistole, 3.djvu/62

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
62

6a .

T occliio ed il capo a diclto inchinando chi 1’ ha accompagnata, e con Tallo dimostra segni di ringraziamento.

Riposto che fu, l’anima mia si riposò in pace ed in quiete in tanlo odore di sangue, che io non potevo-sostenere dà levarmi il sangue che mi era venuto addosso di lui. Oimò, misera, miserabile, non voglio dire più, rimasi nella terra con grandissima invidia; e parmi chela prima pietra sia già posta, e però non vi maravigliate, se io non v’impongo altro, se non di vedervi annegali nel sangue e nel fuoco che versa il costato del Figliuolo di Dio. Or non più dunque, negligenzia, figliuoli miei dolcissimi, poiché’1 sangue* comincia versare ed a ricevere la vita. Jesù dolce * Jesù amore.