Pagina:Catullo e Lesbia.djvu/199

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

riconciliazione. 193



Tu, Dea, nata dal cerulo
     Flutto l’esaudì, or che il suo cor t’è noto;
     E se invenusto e illepido
24     Non sia del tutto, o Dea, gradisci il voto.

E voi goffe ed insipide
     Carte non buone a nulla,
     Venite a far baldoria.
28     Sciogliete il voto de la mia fanciulla!




18.

AMOR DI DONNA.


Dice la donna mia, ch’altri un amplesso
2     Mai non avrà, foss’anche Giove istesso;

Ma quel che dice mai donna a l’amante
4     scrivi al rapido vento o al mar sonante.



Rapisardi 17