Pagina:Catullo e Lesbia.djvu/215

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

riconciliazione. 209

     Su te fra tanto, sui tuoi dì, sovr’essa
     Casa già campo al nostro amor, sul capo
205     De l’amata mia donna a larghe palme
     Alma felicità versi i suoi fiori;
     E felice sia lui, che primamente
     M’addusse a te, da cui tutto deriva
     Ogni mio bene, ogni mia gioia, e quella,
210     Sovra ogni gioia ed ogni ben diletta
     Luce degli occhi miei, da la cui vita
     Quante dolcezze abbia la vita apprendo.




18*