Pagina:Catullo e Lesbia.djvu/327

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

annotazioni. 321



E come fiore toccato dall’aratro, languirà la vita del nostro infelice Catullo. Per certe anime l’amore è necessario quanto l’aria che si respira: mancata l’aria, manca la vita:

E a me, se voto di mortale accogli,
Santa madre d’amor, deh! non sia dato,
Che, spento il raggio che m’accendi in petto,
Sol d’un’ora protragga il viver mio!


FINE.