Pagina:Cenni storico-bibliografici della R. Biblioteca nazionale di Firenze.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

38


quando lo richieda il servizio, ha corrispondenza pure colle altre amministrazioni dello stato, con i corpi scientifici e con i dotti d’ogni nazione che di frequente si rivolgono alla biblioteca, ed infine si occupa dell’amministrazione. Il suo stipendio è di lire 4000.

Le attribuzioni degli altri impiegati non sono determinate per legge, ma dipendono onninamente dalle disposizioni del superiore. Perciò nello stato attuale, il sottobibliotecario, oltre la supplenza del prefetto assente o impedito, invigila più direttamente alla esecuzione dei lavori ordinati, e attende principalmente, come suo lavoro speciale, a mettere insieme il tanto necessario catalogo a materie, ha la cura di preparare i libri per la legatura e ne sorveglia l’operazione. Ha di stipendio lire 2400.

Il numero grande dei manoscritti che possiede questa biblioteca ha resa indispensabile la nomina d’un paleografo ed erudito, che riunisca nel tempo istesso la cognizione di varie lingue; ed a costui è affidata la conservazione ed illustrazione dei codici e