Pagina:Cenni storico-bibliografici della R. Biblioteca nazionale di Firenze.djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

39


l’assistenza agli studiosi nelle loro ricerche. È retribuito con annue lire 1800.

Altro assistente, che dev’essere versatissimo nella bibliografia, soprintende alla compilazione dei cataloghi, conferisce con il bibliotecario per l’acquisto dei libri e tiene le opportune relazioni con i librai; registra le compere nel libro di amministrazione, scheda i volumi se di lingue straniere. Ma difficilmente supplisce a tanti incarichi, e meglio direi che nol può, perchè pesa pure sopra di lui la consegna, registrazione e ritiro dei libri che si prestano a domicilio, e il continuo contatto cogli studiosi che, in mancanza di cataloghi a materie, ricorrono al suo consiglio ed aiuto. La sua paga è di lire 1700.

Un terzo assistente ha la direzione importantissima della sala di lettura, ed invigila perchè siano scrupolosamente osservate le discipline in vigore, registrando tutti i libri che si studiano in biblioteca; ed è facile il capire che questo incarica gli assorbe la intiera giornata. Ha lire 1550 annue di stipendio.