Pagina:Cesare Battisti - Gli Alpini, Milano, 1916.djvu/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
30 Battisti: Gli alpini

tenuto presente. Egli, che deve difendere le Alpi, sa, sente di essere la sentinella avanzata della patria.

Egli ha la fortuna di combattere sul suolo identico a quello che è stato il campo delle sue esercitazioni; egli, sulla montagna, si trova nel suo elemento di vita, come il pilota in mare e l’areonauta in aria.


*


Montanari e montagne formano come una sola cosa. Il terreno si immedesima colle persone. Troverete mille abitanti del piano che non hanno fatto mai attenzione alle forme del terreno, che non conoscono un palmo di terra che non sia lastricato; ma il montanaro ha la sensazione della montagna, ha il senso geografico del territorio che abita. Egli sa donde vien l’acqua che gli scorre ai piedi, sa come la valle ove egli vive sia fatta dal confluire di tante vallette che scendono l’una nell’altra, sa come la valle presupponga il valico, la cima, la vedretta, il nevaio; sente la continuità del terreno, per cui nel fondo della sua coscienza v’è l’idea che debba