Pagina:Cesare Battisti - Gli Alpini, Milano, 1916.djvu/64

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
58 Battisti: Gli alpini

risorgimento risorti, il saluto a Trento e Trieste.

Sul campo si sono avvicinate le regioni; ma si avvicinano altresì le classi sociali. Sotto la stessa tenda, sono operai e borghesi. Lo stesso pericolo affrontano, gli stessi disagi sopportano soldati e ufficiali e nasce dal pericolo un’affinità, una comunanza nuova.

L’ufficiale è l’amico del soldato. Corrono a lui uomini spesso più maturi d’età e gli chiedono consiglio di lor cose, dei loro interessi, gli mostrano le lettere di casa; ad uno è nato un bambino e l’ufficiale deve per il primo saperlo e promette di tenerlo a battesimo, e mantiene la parola sacrificando un giorno della sua licenza; ad un altro insorgono questioni di diritto, controversie d’affari ed è sempre l’ufficiale il confidente. L’ufficiale diventa in certi momenti solenni il confessore e il notaio, ma come si sublimano queste missioni praticate al campo, senza riti, senza toga, senza mandato!

In Italia le varie classi sociali — malgrado tutta la nostra democrazia — non si conoscono abbastanza. Troppo spesso si