Pagina:Codroipo - Dialogo de la caccia de' falconi, astori, et sparvieri, 1614.djvu/61

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


De a Falconi, Scc. 43 t airone. Tratterò dunque del modo di trainargli 3 & far- Falconilo gli animofi 3 & nemici a quefio animale. Primieramente l» banomadunquefa hifogno ritrmare un’airone nomo -, & gagliardo > nare, & &,per che dijficilififimamentefene può battere m quefia Pa t j a j a cac. tri a,chi non hàfalcone r vecchio, chepr l’airone fa buono > 1>a1 ’ mentre ha prefio l’airone 3 dette Iettarglielo con defirez^a dai piedi 3 & mettergli fiotto un colombino 3 pafcendolo di quel paflo delicato fiopra la fchiena de l’airone. farà non meno piacerebbe fefcannafijè tairone ^ 3 e^* auanzerà ilpafio più buono d’affai, però 3 quando non fìhabbiaquefla commodità, mandi fi a Ferrara: doue per ordinano con reti 3 & altre arti fiempre fene piglia nel tempo del pajjaggio: & babbia colui 3 che fi manda a pigliarli} cura di condurlifatti, & gagliardi. cr perchè l’animale -è forte 3 & di natura robaJla 3 fipuò condurre con facilità 3 pur chef ufi diligenza.»» quando poi fono giunti quà, debbonflafciar per un dì ripa far e, & m quefio me^o metter una buona fame al falcone} che fbà da tramare 3 battendolo per alcuni giorni auanti uomo con cibi liquidi. & poflo in termina diffiofto a tal affare 3 quando fu e de a l’ordine, <& in efifer tale } che 3 c creando quà & là il cibo 3 apena fi può temr in pugno 3 conuienf metter una filagna al piè de t airone: &yaccigltato ^ battendogli poflo un pezzetta di canna m cima il becco 3 a ciò che non pojfi’a offender> 0 * fcaltrtr il falcone 3 ponerlo primieramente in una fata 3 ò luogo riferrato; &>prefa la filagna in manoyfcapellato il falcone^} tirando la filagna far aprir le ale a l’airone.O* feti falcone determinato fiùbitogltan