Pagina:Commedia - Paradiso (Buti).djvu/172

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
   160 p a r a d i s o   vi. [v. 1-9]   

un’altra Grecia è più in verso l’occidente, in su la punta d’Italia che si chiama Calavria; della prima intende ora l’autore. Vicino ai monti; cioè troiani: imperò che Troia è in Asia, incontra a Costantinopuli: Frigia è lo nome della regione la quale più provincie àne 1 in sè, tra le quali è Troia, et in essa fu la città del re Priamo chiamata Troia, e la rocca chiamata Ilion in su’ monti posta, dei quai; cioè monti troiani, prima uscio; cioè lo detto uccello: imperò che non v’è in mezzo, se non lo mare, e non è molto ampio quine. E bene à detto di sopra che lo imperio stette Cento e cento anni e più in Grecia: imperò che vi stette da Gostantino infine a Carlo Magno, che soccorse Roma e la chiesa d’Iddio, che era assalita dall’infideli Longobardi e liberata da la loro invasione parecchie volte. Al fine li Romani, avendo per imperadrice Irene madre di Costantino figliuolo di Leone, lo quale Costantino ella aveva accecato, dierno lo imperio a Carlo Magno; e Leone papa che era stato accecato e talliatoli la lingua, riavuto lo vedere e lo parlare per grazia divina, consecrò Carlo Magno imperadore e Pipino suo figliuolo re d’Italia; lo quale Carlo avea fatto iustizia dei perseguitatori di papa Leone. E bene stette in Costantinopuli lo imperio dugento anni e più, inanti che pervenisse ad Iustiniano imperadore, lo quale incominciò ad imperare nelli anni Domini vxxviii; e Costantino imperò nelli anni Domini cccix; dunqua ben passorno più di cc anni: imperò che da cccix a cccccxxviii à dugento dicennove, sì che ben sono più di dugento. E poi uscitte di Grecia al tempo di Carlo Magno nelli anni Domini viilxxxvi, sicchè in tutto stette in Grecia lo imperio da Costantino a Carlo Magno re di Francia, che fu fatto imperadorc per li Romani, quando avea regnato in Francia già anni 33, che furno anni iiiilxxvii. E perchè qui fa menzione del descenso dell’imperadori, che da Cesari infino a Iustiniano furno 56 imperadori, e da Iustiniano insine a Vinceslao figliuolo di Carlo re di Boemia, che non è anco coronato, furno imperadori 57; e volendo vedere questo, debbiamo sapere che lo primo imperadore fu Iulio Cesari che tenne lo imperio anni 4; lo secondo, Divo Ottaviano Agusto 2 che tenne lo imperio anni 56; lo terzio, Nero Claudio Tiberio che tenne lo imperio anni 23; lo quarto, Gaio Caligula anni 3; lo quinto, Claudio Druso anni 24; lo sesto, Nerone crudele anni 13; lo settimo, Galba mesi 7; l’ottavo, Otto di’ 95; lo nono, Vitellio mesi 8; lo decimo, Vespasiano anni 10; lo undecimo, Tito suo figliuolo anni 2; lo dodicesimo, Domiziano fratello di Tito anni 14; lo tredicesimo Nerva, anno 1 e mesi 4; lo quatuor-

  1. Ane; da àe, frappostovi l’ n, affinchè la voce avesse un certo riposo. E.
  2. Agusto; Augusto, cavatone via l’ u, secondo che profferisce anch’ oggi il popolo toscano: agurio, Fastina ec. E.