Pagina:Commedia - Paradiso (Buti).djvu/94

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
   82 p a r a d i s o   i i i. [v. 19-33]   

sino a la fine coi quali si può meritare vita eterna per mezzo della grazia d’Iddio, quando quelli beni sono consecrati per la grazia dello Spirito Santo, siccom’è lo matrimonio lo quale, benchè per sè non sia di merito, può essere accompagnato da altre virtù per le quali diventa meritorio. Et imperò che la influenzia di tale mutamento si dà al primo pianeto; cioè alla Luna, la loda di tal bene si rende 1 a lui, e similmente lo biasimo d’esser caduto da maggior bene a minore, benchè ’l savio signoreggia tutte le influenzie dei pianeti, mediante la grazia d’Iddio. E perchè da quella opera si comprende lo merito e secondo lo merito si dà lo premio, però finge l’autore che tutte l’anime che sono in vita eterna si rappresentino più alte e meno, secondo l’operazioni che ànno fatto in questa vita, con le quali si sono adattate et assimilliate all’influenzie dei corpi celesti. E però come sono nove cieli; così finge che siano nove gradi di beati in vita eterna secondo li nove ordini de li angeli; e che ciascuno grado si rappresenti nel suo cielo, secondo la virtù della influenzia di tale cielo, cioè che la loda e lo biasimo di tale operazione s’arreca a tale cielo, e di quinde si comprende di che grado di beatitudine sia degna l’anima in cielo, come si dimosterrà questo nel processo. E perchè qui si fa menzione delle influenzie dei pianeti, dirò in ciascuno pianeto le influenzie sue, secondo che pone Abbumasar 2, trattato vii del suo introduttorio, dimostra 3 contra non che tutte si trovino in uno omo; ma trovansi le più secondo che ’l pianeto si truova nell’essere suo. E dèsi notare quando le influenzie della Luna le quali elli pone in questa forma: La Luna è fredda, umida e flemmatica, calda accidentalmente et à a dare leggerezza, attitudine in ogni cosa, desiderio d’allegrezza, di bellezza e di loda, incominciamento di tutte opere, scienzia di ricchi e di nobili, ventura nel vivere, acquistamento ne le cose di quel che vorrai, religione nella fede, scienzie superiori, multitudine di pensieri, nigromanzia, acuità d’animo nelle cose, geometria, scienzia delle terre e dell’acque e loro misure e numero, debilità dei sentimenti, femine nobili, matrimoni, pregnesse, notricamenti, imbasciate, bugie, accusazioni, essere signore coi signori, servo coi servi, e confarsi con ogni omo di simile natura, oblivione di quella, timido, di simplice cuore, lusinghevile, onorevile appresso li omini, agevile a loro, non appiattare suo secreto, moltitudine d’infirmità e cura d’acconciare li corpi, tondamento di capelli, largezza di cicli 4, pogezza di coito. Queste sono le significazioni della Luna sopra le cose che truova, lo biasimo e l’onore delle quali secondo li Astrolagi si recano al pianeto; ma l’omo

  1. C. M. bene scende a lui,
  2. C. M. Albumasar,
  3. C. M. introduttorio, differenzia non à non che
  4. C. M. di cibi, pocanza di