Pagina:Compendio del trattato teorico e pratico sopra la coltivazione della vite.djvu/18

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

o[ 15 ]o

del mucoso dolce, e mucoso zuccherino, non fermenterà mai, che in dna maniera imperfetta, e non darà altro vino, che di una cattiva qualità. La vite, come tutte le altre piante, à bisogno di sostanze nutrienti, che riceve col mezzo delle sue foglie, e delle sue radici, dall’aria, dalla terra, e da’ diversi concimi, i cui suchi si appropria decomponendoli per dar sorgente a’ differenti fluidi, i quali sono necessarj alla sua vegetazione. Sebbene la terra non sembri dare un asilo alle radici, che per fare solida la pianta, sostenerla in direzione più o meno verticale, garantirla dalle ingiurie de’ venti, essa le offre ancora altre risorse, che le sono di una più grande importanza. Mentre dove troverebbe quella benefica umidità, che succhia colle sue radici, per servirsi nei suoi bisogni, e che gli diviene tanto necessaria, senza la quale gli è impossibile prosperare? Questa è una verità conosciuta in molti paesi, dove si ripara alla siccità del suolo con canali d’irrigazione, situati appiedi della vite, e che sono destinali a procurarle l’umidità.

Se fosse bisogno di altre prove, non ne troveremmo forse delle riflessibili nelle principali vigne di Francia, le quali situate sulle coste che circondano grandi fiumi, sembrano avvertirci, che quella porzione è una delle cause necessarie alla loro celebrità?

Infatti non abbiamo dalle rive del Rhône1, e

  1. Ò stimato bene conservare i nomi proprj, de’ dipartimenti, fiumi, città, luoghi ec. come nell’originale, per un modo di eguaglianza, dac-