Pagina:Compendio del trattato teorico e pratico sopra la coltivazione della vite.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

o[ 18 ]o

zione de’ vegetabili; esse esercitano niente meno sopra di loro un’azione rimarcabile. Infatti sono formate di strati più o meno sparsi di sabbia, di argilla, di pietre calcari, che trattenendo le acque piovane, o lasciandole scappare troppo facilmente, conducono alla pianta l’umidità necessaria, o ne la priva totalmente, e possono a seconda del loro calore, e della loro natura, riflettere, o assorbire i raggi solari, dei quali elleno sono più, o meno conduttrici.

Non e più permesso dubitare della grande influenza degli strati inferiori di terra sopra i vegetabili coltivati alla superficie, quando una moltitudine di fatti, la cui autenticità non puossi rivocare in dubbio, viene maggiormente in conferma di questa opinione.

«La piccola vigna di Morachet è situata nel vicinato di Poligny, e distinta in tre parti, sotto la denominazione di Morachet, di chevalier Morachet, e terzo Morachet. Ciascuna di queste parti non è divisa che da un sentiere: d’altronde esse formano un insieme esposto egualmente per tutti i punti: la stessa natura di terreno, quanto allo strato superiore: la stessa specie di vile: la stessa maniera di coltivazione: la stessa epoca di vendemmia: la stessa cura, ed eguali processi nella fabbrica de’ vini. Giudichiamo ora, dal prezzo dei raccolti, la differenza delle loro qualità. Quando una qualità di vino del primo Morachet si vende 1200 franchi, la stessa misura raccolta sul chevalier ne costa 800, e quella del terzo, 400 soltanto». Il vino della Romanée si vende sino 800 franchi, ogni 240 bottiglie, allorchè l’altro di Richebourg, che non è separato che da un sentiere, non si vende più che 200 franchi.