Pagina:Compendio storico della Valle Mesolcina.djvu/18

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

12

del colle di S. Bernardino ne sarebbe senza dubbio il men difficile ed il più adatto su tutti i rapporti.

Passaggi laterali. — I principali passaggi laterali sono: il sentiere, chiamato i Passetti, che a destra da San Bernardino conduce all’incominciare della Val Calanca; la strada della Forcola, sotto Soazza, che mena a Chiavenna; e la strada di S. Jori la quale conduce a Gravedona sul lago di Como. Il primo che presentemente è alquanto malagevole, potrebbe però facilmente divenire di grand’utile alla Calanca, particolarmente nelle stagioni d’estate e d’autunno; le altre due sono transitabili in tutto l’anno, eccetto in tempo d’eccessiva quantità di neve.

Popolazione. — La totale popolazione della Mesolcina e Calanca ascendeva al principio del corrente anno a poco meno di sei mila anime.

Costituzione fisica. — I Mesolcinesi hanno le vivaci fattezze italiane mescolate colla gravità tedesca; essi sono d’ordinaria e robusta statura, ma poco amanti delle fatiche. Le donne contadine lavorano più degli uomini. Generalmente le Mesolcinesi senza esser belle, possedono però una certa naturale vivacità che alletta: le più avvenenti si trovano in Mesocco e nella Calanca.

Malattie. — Come altrove diverse sono le malattie che scoppiano nella Mesolcina, ma le più